Videogiochi: Steins Gate Elite

(Milano)ore 19:09:00 del 24/02/2019 - Classe: , Videogames

Videogiochi: Steins Gate Elite
Sebbene l’avessimo sottolineato già quattro anni fa in sede di analisi della prima versione immersa sul mercato, giova ricordare che siamo dinanzi ad una delle visual novel meglio riuscite di sempre, dotata di una storyline tremendamente affascinante che

 

STEINS GATE ELITE RECENSIONE - Steins;Gate è stata una delle migliori visual novel dell’ultimo decennio, capace di unire fondamenti scientifici e risvolti paranormali con grande naturalezza, anche grazie ad un cast di personaggi cui era davvero impossibile non affezionarsi.
L’enorme successo, soprattutto entro i confini nipponici, ha portato alla creazione di un anime di ottima qualità, firmato White Fox, e questa versione Elite non è altro che il gioco pubblicato qualche anno fa con intermezzi presi di peso dalla serie animata.
Scopriamola insieme

Invenzioni e conseguenze

STEINS GATE ELITE RECENSIONE - Immaginate di passare una vita a darvi delle arie, spacciandovi per uno scienziato pazzo (con tanto di risata malefica) che poggia su solide basi scientifiche le proprie teorie cospirazioniste e, soprattutto, le sue bizzarre invenzioni, che funzionano una volta su un milione e, anche quando lo fanno, sono di dubbia utilità.
Immaginate di aver messo su uno pseudo-laboratorio scientifico all’interno di un appartamento maleodorante, scarsamente illuminato e decisamente troppo piccolo per contenere voi e la vostra ciurma, composta principalmente da un otaku sovrappeso e da una ragazzina decisamente naive.


STEINS GATE ELITE RECENSIONE - Ecco, questa, a grandi linee, è la vita quotidiana di Rintaro Okabe (Okarin per gli amici più stretti), adolescente giapponese al centro delle vicende di Steins;Gate Elite e alter ego del giocatore nella trentina abbondante di ore necessarie a raggiungere almeno il primo dei molteplici finali dell’opera firmata da 5pb.
Quando, per una volta, le sue fantasie malate si avvicinano pericolosamente alla realtà, ed una delle inutili invenzioni escogitate in combutta con il fido Daru finisce con il funzionare davvero, anche se non nel modo che si aspettavano, si innesca una spirale di eventi sempre più oscuri e pericolosi, totalmente inattesi date le premesse ed i toni delle primissime ore di gioco.
Sebbene l’avessimo sottolineato già quattro anni fa in sede di analisi della prima versione immersa sul mercato, giova ricordare che siamo dinanzi ad una delle visual novel meglio riuscite di sempre, dotata di una storyline tremendamente affascinante che ha la sola colpa, come tutte quelle che si cimentano con la complessa tematica dei viaggi nel tempo, di essere di difficile lettura in certi passaggi.

In Giappone, Steins;Gate Elite è stato pubblicato lo scorso anno, ma finalmente, grazie alla distribuzione di Spike Chunsoft, già sviluppatore di Jump Force, possiamo godercelo anche noi occidentali. Si tratta di una versione dalla veste grafica completamente rinnovata che trasforma la visual novel pubblicata nel 2009, che presentava unicamente immagini statiche e un testo narrativo esplicativo, in una meravigliosa opera ibrida che unisce insieme gli elementi più tipici delle visual novel con gli anime:Steins;Gate Elite è, in breve, la stessa opera che i fan hanno conosciuto e amato in passato, ma che, visivamente, è stata realizzata utilizzando scene animate, alcune delle quali sono state create ex novo per l’occasione, ma che per la maggior parte sono tratte dall’anime omonimo ispirato alla visual novel originale e pubblicato nel 2014.

Trattandosi di una visual novel, le interazioni del giocatore saranno ovviamente minime, ma di tanto in tanto potrete fare delle scelte, che modificheranno l’andamento della storia e condurranno anche a esiti e finali multipli.

TUTTO ARROSTO, NIENTE FUMO

Steins;Gate è un’opera di fantascienza che tutti gli appassionati del genere dovrebbero conoscere ed eviscerare, dotata di una narrativa, dei personaggi e delle dinamiche unici e mai visti altrove. Sarà necessaria tutta la vostra attenzione per non perdervi estratti di dialoghi fondamentali per una corretta comprensione della storia, delle dinamiche fra i personaggi e degli intrecci assurdi fra le diverse linee spazio-temporali, alla ricerca dello Steins;Gate.

Grazie a questa opera verrete anche a conoscenza delle più conosciute teorie che riguardano il viaggio nel tempo, esplicate in maniera eccelsa dalla bellissima e geniale Kurisu Makise, una giovanissima ricercatrice e scienziata che crede che i viaggi nel tempo siano impraticabili. Tengo a precisare che, per quanto la storia sia di pura fantasia, ogni teoria di cui parla Kurisu esiste davvero, e dicasi lo stesso per il misterioso caso di John Titor, altro personaggio emblematico la cui identità rivelata in Steins;Gate è naturalmente fittizia, ma che, in qualche modo, è esistito davvero: si tratta di un sedicente soldato proveniente dal 2036 che ha usato questo nickname in alcuni forum in rete fra il 2000 e il 2001, prima di svanire nel nulla. L’uomo affermava di essere tornato indietro nel tempo per recuperare un vecchio computer, un IBM 5100, dotato di caratteristiche uniche che lo rendono dunque un mezzo indispensabile, l’unico esistente al mondo, per riparare alcuni problemi dei computer del 2036.

CONCLUSIONI

In Steins;Gate e in questa nuovissima versione troverete scienza, fantascienza, ilarità e dramma perfettamente mescolati fra loro per dare vita a una vera e propria opera d’arte a tratti spassosa, a tratti straziante, completamente permeata da elementi fantascientifici e scientifici che creano nel loro insieme un intreccio dal fascino assoluto e ineguagliabile. Non ci sono parole per descrivere la grandezza di questa opera seinen di pura fantascienza, dedicata a tutti i fan dei viaggi nel tempo e attraverso universi paralleli. Uno stile grafico impeccabile, una storia mozzafiato e sempre perfettamente coerente con se stessa, nonostante la complessità degli intrecci, la profondità assoluta dei personaggi, una colonna sonora all’altezza del suo compito fanno di Steins;Gate Elite un prodotto mastodontico, assolutamente imperdibile.

 

Scritto da Gregorio

News in vetrina
Recensione ufficiale Pokemon Masters
Recensione ufficiale Pokemon Masters
(Milano)
-

Come dicevamo, Pokémon Masters è strutturato in missioni; tanto le missioni di storia contenenti solo dialoghi quanto le missioni fatte di combattimenti hanno una durata che si aggira intorno ai cinque minuti di media.
  RECENSIONE POKEMON MASTERS - DeNA e The Pokémon Company hanno da poco...

Gears 5: provato
Gears 5: provato
(Milano)
-

È in questo modo che Gears 5 abbraccia un’inedita struttura semi-open world, strizzando l’occhio a titoli come God of War (2018) in cui il giocatore può girovagare liberamente, curiosare alla ricerca di oggetti segreti e prendere parte ad attività aggiunt
  RECENSIONE GEARS 5 - Gli autori sono riusciti a mettere insieme vari elementi...

Dying Light 2: provato
Dying Light 2: provato
(Milano)
-

Questo, ne siamo sicuri, rappresenterà un incentivo non da poco alla narrazione generale del titolo Techland.
  ANTEPRIMA DYING LIGHT 2 - Tornare a immergersi tra le maestose rovine...

Ancestors The Humankind Odyssey: provato
Ancestors The Humankind Odyssey: provato
(Milano)
-

Ancestors non è un titolo veloce e lo sviluppo del clan attraverso le ere è tutto fuorché uno sprint.
  ANCESTORS THE HUMANKIND ODYSSEY RECENSIONE - Ancestors: The Humankind...

Predator Hunting Grounds: provato
Predator Hunting Grounds: provato
(Milano)
-

PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Poco sorprendentemente, le novità più interessanti arrivano proprio nel momento in cui decideremo di impersonare il collezionista di teschi umani proveniente dallo spazio.
  PREDATOR HUNTING GROUND ANTEPRIMA - Immaginate di essere in una foresta,...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati