Salvini : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'

(Macerata)ore 09:48:00 del 13/12/2018 - Classe: , Nuove Leggi, Politica

Salvini  : 400 euro al mese per i PADRI SEPARATI IN DIFFICOLTA'
“La Regione Lombardia dà 400 euro al mese di contributo ai padri separati. Conosco questa drammatica realtà e vorrei allargare a tutta l’Italia questo fondo

Il ministro dell'Interno e vicepremier del governo Conte, Matteo Salvini, ha intenzione di erogare un assegno da 400 euro mensili ai padri separati.  "La Regione Lombardia dà 400 euro al mese di contributo ai padri separati. Conosco questa drammatica realtà e vorrei allargare a tutta l’Italia questo fondo. Con questi 400 euro si potrebbe fare la differenza e ridare dignità a un padre per rivedere i suoi figli", ha dichiarato ieri, annunciando di voler introdurre una legge simile a livello nazionale.

La Regione Lombardia dal 2014 ha introdotto un fondo di sostegno per i genitori separati dal quale attinge risorse per erogare l'assegno mensile da 400 euro o contributi per l'abbattimento del canone di locazione per quei genitori che già corrispondono un canone d'affitto. Come detto, la Regione Lombardia ha istituito nel 2014 un fondo di sostegno che per il 2017 è stato finanziato con 12,3 milioni di euro. L'assegno mensile a cui si riferisce Matteo Salvini consiste nell'erogazione al genitore separato di un contributo per figlio fino a 2.400 euro per un periodo di 6 mesi.

In Lombardia, per ottenere l'assegno mensile da 400 euro occorre essere in stato di separazione legale da non più di tre anni o essere divorziati da non più di due anni, purché non siano decorsi più di 5 anni dalla data della sentenza di separazione o dall’omologazione degli accordi di separazione consensuale. Possono ottenere il contributo i figli nati dall’unione dei coniugi dei quali uno richiede il beneficio, oppure adottati durante il matrimonio, minori o maggiorenni portatori di disabilità grave; madre o padre devono essere residenti in Regione Lombardia da almeno cinque anni continuativi al momento della domanda e dimostrare una situazione di disagio economico mediante attestazione Isee uguale od inferiore ad €15.000.

“Questa è l’ennesima becera campagna acquisti elettorale, che dopo gli immigrati ‘portatori di insicurezza e devastazione', punta a trovare un nuovo nemico: le donne che si fanno mantenere dopo il divorzio. Le separazioni sono indubbiamente una causa crescente di povertà. Per tutte e tutti, non solo per una parte della coppia. E non è mettendo padri contro madri che miglioreranno le cose. Fare in modo che il lavoro di cura sia suddiviso equamente già durante il matrimonio, aumentare l’occupazione femminile, intervenire sulla parità salariale, favorire la conciliazione dei tempi famiglia/lavoro, erogare più servizi: serve questo. A tutti. Padri, madri e figli”, contesta la segretaria di Possibile, Beatrice Brignone.

Da: QUi

Scritto da Luca

News in vetrina
Chiusure domenicali: a rischio 100mila posti di lavoro
Chiusure domenicali: a rischio 100mila posti di lavoro
(Macerata)
-

L'Associazione artigiani piccole imprese di Mestre ha spiegato come ad essere coinvolti attualmente nelle aperture domenicali siano 4,7 milioni di lavoratori.
Un recente studio, condotto dall’istituto di ricerca bolognese Cattaneo, ha...

ABUSO D'UFFICIO: Michele Emiliano (presidente Puglia) indagato per le primarie PD del 2017
ABUSO D'UFFICIO: Michele Emiliano (presidente Puglia) indagato per le primarie PD del 2017
(Macerata)
-

Con Emiliano sono indagati anche il capo di gabinetto della Regione e tre imprenditori.
Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, è indagato per abuso...


(Macerata)
-


Tagli per non alzare le tasse: il Def della "recessione" preoccupa un po'...

200 mila BUROCRATI di Stato: ci costano 25 miliardi l'anno
200 mila BUROCRATI di Stato: ci costano 25 miliardi l'anno
(Macerata)
-

Ogni anno gli alti dirigenti dichiarano di avere raggiunto gli obiettivi, anche se la percezione della loro efficienza è decisamente bassa
Ogni anno gli alti dirigenti dichiarano di avere raggiunto gli obiettivi, anche...

Da 30 ANNI lo Stato spende meno di quanto incassa
Da 30 ANNI lo Stato spende meno di quanto incassa
(Macerata)
-

Ma quando si è creato il fardello del debito pubblico italiano? Tutto parte nel 1981, in cui accade un evento epocale, che fa da spartiacque nella storia della sovranità economica italiana
Ma quando si è creato il fardello del debito pubblico italiano? Tutto parte nel...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati