Salario Minimo: quanto ti spetta PER LEGGE dal tuo datore di lavoro

(Cagliari)ore 13:35:00 del 13/07/2019 - Classe: , Economia, Lavoro

Salario Minimo: quanto ti spetta PER LEGGE dal tuo datore di lavoro
SALARIO MINIMO IN ITALIA - Con il termine salario minimo legale si intende la paga minima che ogni lavoratore dovrebbe ricevere, all’ora, al giorno, al mese.

SALARIO MINIMO IN ITALIA - Con il termine salario minimo legale si intende la paga minima che ogni lavoratore dovrebbe ricevere, all’ora, al giorno, al mese. Si tratta di una misura che il Governo Lega-M5s punta ad introdurre per regolamentare le retribuzioni e inserire in ogni contratto di lavoro delle fasce sotto le quali non scendere mai.

SALARIO MINIMO IN ITALIA - In linea con il reddito di cittadinanza – altro punto focale del Governo – il salario minimo legale vorrebbe, dunque, eliminare lo sfruttamento negli ambienti di lavoro, imponendo una paga giusta e ridonando dignità al lavoratore. Il M5s parla di SMO (Salario minimo orario) che dovrebbe aggirarsi intorno ai 9 euro all’ora e, in ogni caso, dovrebbe essere del 20-30 per cento superiore alla soglia di povertà stabilita dall’Istat.

Se, finora, non è mai stato inserito in Italia, è perché, a differenza di altri Paesi, il nostro è controllato per circa l’84 per cento dalla contrattazione sindacale, ossia i livelli retributivi sono fissati dai cosiddetti Ccnl (Contratti collettivi nazionali di lavoro).

SALARIO MINIMO IN ITALIA - Salario minimo legale: a chi spetta

Il salario minimo legale spetterebbe ai lavoratori subordinati e a quelli parasubordinati, ossia tutti quei lavoratori le cui prestazioni si avvicinano in parte al lavoro subordinato e in parte a quello autonomo, come per esempio i lavoratori a progetto, i collaboratori continuativi e quelli occasionali.

La paga minima fissa riguarderebbe i dipendenti privati, ma, indirettamente, anche coloro che, nel pubblico, sottostanno ad un contratto collettivo nazionale: la retribuzione minima fissata – in caso di istituzione di un salario minimo legale – non potrà essere inferiore a quella prevista dalla legge. Ad averne diritto, infine, sarebbero anche i praticanti degli studi professionali.

Secondo quanto rilevato dal recente rapporto JP Salary Outlook 2018 realizzato dall’Osservatorio di JobPricing, nel 2017 lo stipendio medio di un lavoratore italiano ammonta a circa 1.580€ al mese, per un importo annuo lordo di 29.380€.

Ovviamente lo stipendio varia a seconda del settore di riferimento. Secondo il suddetto report, ad esempio, è nel mondo della finanza che ci sono gli stipendi più alto, con RAL media pari addirittura a 41.000€. Più basse, invece, le retribuzioni nel settore primario, tant’è che per chi lavora nel settore agricolo la RAL scende a 23.778€ lordi.

A tal proposito è interessante consultare i vari CCNL di categoria per vedere quali sono gli stipendi minimi da riconoscere ai lavoratori subordinati. Trovate i dati - aggiornati al 2018 - nella tabella di seguito, dove abbiamo pubblicato le cifre minime previste nei vari settori per gli impiegati nel livello retributivo più basso.

Se il vostro salario è inferiore rispetto a quello stabilito dal CCNL la prima cosa da fare è rivolgersi al proprio sindacato di riferimento per avere una consulenza ed un parere. Dopodiché è possibile fare ricorso, azione a cui il lavoratore può ricorrere al fine di essere certo della corrispondenza tra mansione effettivamente svolta, livello contrattuale e retribuzione e ottenere un’eventuale differenza tra la retribuzione percepita e quella ritenuta sufficiente.

Come stabilito dal comma II dell’articolo 2099 del Codice Civile, infatti, in mancanza di norme corporative o di accordo tra la parti è il giudice a determinare la retribuzione sufficiente, tenendo conto - nel caso in cui ce ne fosse bisogno - del parere delle associazioni professionali.

Il giudice incaricato, quindi, facendo riferimento al CCNL dovrà stabilire qual è la retribuzione sufficiente e ordinare un eventuale ordinamento contrattuale, garantendo gli arretrati di stipendio dalla data in cui viene accertato che il lavoratore è occupato in quella specifica mansione.

Scritto da Carmine

News in vetrina
Legge 104 bonus 1900 euro in arrivo: tutti i dettagli
Legge 104 bonus 1900 euro in arrivo: tutti i dettagli
(Cagliari)
-

LEGGE 104 BONUS 1900 EURO - Bonus dell’ importo di 1900 euro per coloro che assistono familiari disabili o anziani con più di 80 anni.
LEGGE 104 BONUS 1900 EURO - Bonus dell’ importo di 1900 euro per coloro che...

Italia a RISCHIO RECESSIONE, ma ai nostri parlamentari non interessa
Italia a RISCHIO RECESSIONE, ma ai nostri parlamentari non interessa
(Cagliari)
-

ITALIA A RISCHIO RECESSIONE - Lo spettro della crisi economico-finanziaria torna a farsi vivo in Europa.
ITALIA A RISCHIO RECESSIONE - Lo spettro della crisi economico-finanziaria torna...

Italia, le regioni dove si pagano piu' tasse in assoluto
Italia, le regioni dove si pagano piu' tasse in assoluto
(Cagliari)
-

LE REGIONI DOVE SI PAGANO PIU' TASSE - Il Nord Italia traina le casse del fisco.
LE REGIONI DOVE SI PAGANO PIU' TASSE - Il Nord Italia traina le casse del fisco....

Aumento Iva, 1200 euro la stangata per le famiglie
Aumento Iva, 1200 euro la stangata per le famiglie
(Cagliari)
-

AUMENTI SPESE FAMIGLIE PER AUMENTO IVA - QUANTO AUMENTEREBBE SE...
AUMENTI SPESE FAMIGLIE PER AUMENTO IVA - QUANTO AUMENTEREBBE SE...L'argomento è...

In Italia il DIESEL piu' caro d'Europa: quasi 1,50 euro a litro
In Italia il DIESEL piu' caro d'Europa: quasi 1,50 euro a litro
(Cagliari)
-

ITALIA, CARO DIESEL - In Italia si paga il diesel più caro d’Europa.
ITALIA, CARO DIESEL - In Italia si paga il diesel più caro d’Europa. Lo dice una...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati