Recensione anteprima LEGO DC Super-Villains

(Cagliari)ore 11:23:00 del 22/10/2018 - Classe: , Videogames

Recensione anteprima LEGO DC Super-Villains
LEGO DC Super-Villains è infatti un titolo coloratissimo e pieno di dettagli, effetti sgargianti e scelte sia visive che musicali decisamente peculiari per la serie LEGO: basti pensare alla traccia che accompagna il menù principale, Joker & the Thief dei

 

Warner Bros. Interactive Entertainment sembra aver riposto grandi speranze in LEGO DC Super-Villains, o almeno è quello che pensavo sfregandomi gli occhi davanti alle enormi insegne pubblicitarie che tappezzavano Los Angeles durante l’E3 2018.

Come darle torto, del resto l’ultima opera di Traveller’s Tales ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per distinguersi come uno dei migliori titoli in salsa LEGO, almeno per l’attuale generazione di console.

Dal titolo deduciamo che è ancora una volta l’universo DC Comics a finire sotto i ferri dello studio britannico. Più precisamente, parliamo dei celebri cattivoni che negli anni hanno dato filo da torcere ai nostri amati supereroi, spesso adombrandoli con il loro malvagio carisma. Anche in questo caso l’operazione chirurgica è andata a buon fine e abbiamo potuto così dare il bentornato a Joker, Harley Quinn, Lex Luthor e all’intera compagnia della Injustice League, tutti accuratamente assemblati con i popolari mattoncini danesi.

Faro della produzione è LEGO Batman, seguito immediatamente dal mai troppo lodato LEGO Marvel Superheroes, eppure nel caso di Super-Villains sarebbe un vero peccato limitarsi a parlare di spin-off, vista l’originalità di tale iterazione.

Fortunatamente, non dovendo seguire una narrativa preimpostata, l'ultima fatica dello sviluppatore britannico riesce a essere molto più genuina che in passato e strappa non poche risate, specialmente quando gioca con le idiosincrasie degli eroi, rovesciando la prospettiva visto che saremo noi, nei panni dei criminali, a dover vincere per proseguire. Bisogna dire che, sotto questo aspetto, TT Games ha svolto un ottimo lavoro, concentrandosi specialmente sui villain resi celebri da film e serie TV come Malcolm Merlyn, l'Anti Flash, Capitan Cold e tutta la "rogue gallery" dell'Arrowverse televisivo. Nonostante il Joker, Lex e altri super cattivi abbiano i riflettori puntati spesso addosso, è chiaro che TT Games si è ispirato soprattutto a produzioni come Suicide Squad anche dal punto di vista tecniche. LEGO DC Super-Villains è infatti un titolo coloratissimo e pieno di dettagli, effetti sgargianti e scelte sia visive che musicali decisamente peculiari per la serie LEGO: basti pensare alla traccia che accompagna il menù principale, Joker & the Thief dei Wolfmother.

Il solito LEGO o quasi

Se è vero che le premesse di LEGO DC Super-Villains sono decisamente originali per gli standard di TT Games, è altrettanto vero che la struttura di gioco assume toni molto più familiari nel giro di pochissimi minuti. Anche questa volta il gioco si divide in stage obbligatori che scandiscono la storia e una moltitudine di missioni opzionali e obiettivi secondari disseminati per le città, esplorabili in lungo e in largo come un open world in miniatura. Ogni stage, una volta completato, può essere rigiocato in modalità libera, scegliendo cioè i personaggi che più si preferiscono: in questo modo, è possibile raccogliere i collezionabili precedentemente nascosti in aree che possono aprire soltanto certi poteri invece di altri.

LEGO DC Super-Villains ripropone la maggior parte dei poteri già visti nei precedenti titoli della serie e, quindi, bene o male gli stessi puzzle ambientali: per distruggere determinati ostacoli servono i raggi incendiari, solo i personaggi capaci di miniaturizzarsi o scomporsi possono percorrere i condotti di aerazione, certe pareti possono essere distrutte unicamente da villain come Harly Quinn o l'Enigmista e così via.

Qua e là, però, fa la sua comparsa anche qualche potere inedito, come la capacità di alcuni villain di reclutare gli scagnozzi e poi utilizzarli in diverse circostanze, oppure il potere del Joker o di Catwoman di controllare una specie di drone - una dentiera per lui, una gattina per lei - per risolvere alcuni rompicapi a distanza. Certi altri hanno inoltre poteri intercambiabili o diverse capacità che si manifestano a seconda del puzzle di turno: in questo modo, il level design garantisce una varietà sensibilmente maggiore rispetto al passato, forse anche perché lo sviluppatore ha potuto sbizzarrirsi senza doversi attenere al copione del film di turno, ma il modo in cui raggiungere certi obiettivi talvolta è piuttosto nebuloso. Il gameplay resta comunque prevedibile nella maggior parte dei casi, nonostante le piccole novità introdotte, e in questo senso continuiamo a sentire la necessità di un rinnovamento specialmente nel sistema di combattimento, ancora vincolato a un sistema di collisioni che definire lacunoso è un eufemismo, specialmente quando si affrontano i boss di fine livello, e nel sistema di guida, isolato perlopiù all'esplorazione in modalità open world, ma veramente terribile e frustrante

 

Scritto da Alberto

News in vetrina
The Princess Guide: provato
The Princess Guide: provato
(Cagliari)
-

Alla forza bruta, Veronica preferisce l’utilizzo della materia grigia: astuta e manipolatrice, la rampolla della più eminente scuola di magia dei quattro reami di Relic Island instaurerà un rapporto quasi paritario con il giocatore, che dovrà evitare di e
  Son tutti bravi ad impugnare una spada o un’enorme ascia bipenne, trincerarsi...

Anno 1800: provato
Anno 1800: provato
(Cagliari)
-

Tendenzialmente ogni bene di consumo ha dietro di sé una catena produttiva specifica, a volte condivisa con altre, a volte univoca.
  L’esplorazione di mondi futuri non ha portato benissimo ad Anno e a Blue...

Weedcraft Inc: provato
Weedcraft Inc: provato
(Cagliari)
-

Oltre a Clyde bisognerà vedersela con molti altri individui e non tutti saranno disposti a tollerare di buon grado l'astro nascente dello spaccio locale.
  Sono passati oltre ottanta anni dall’emanazione del Marijuana Tax Act da...

Pumped BMX Pro: provato
Pumped BMX Pro: provato
(Cagliari)
-

All’inizio del gioco avremo accesso al primo set di mosse, più precisamente 8, corrispondenti ad ogni posizione dello stick analogico destro, e saranno i tricks più classici come barspin, turndown, tailwhip, superman etc.
  Pumped BMX Pro non è uno di quei giochi che vi terrà impegnati per ore e ore...

Assassins Creed III Remastered: provato
Assassins Creed III Remastered: provato
(Cagliari)
-

Tutta questa abbondanza è però tristemente bilanciata dalle sezioni nel presente con Desmond, dove traspare l’inesperienza degli sviluppatori cui furono ai tempi affidate.
  L’attuale generazione non sembra proprio in grado di districarsi del tutto da...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati