Recensione anteprima Double Kick Heroes

(Milano)ore 08:38:00 del 15/04/2018 - Classe: , Videogames

Recensione anteprima Double Kick Heroes
Il gioco, però, già da ora permette di utilizzare un interessante e completo editor di livelli che consente di utilizzare le proprie tracce audio in formato .mp3.

Double Kick Heroes è sostanzialmente un rhythm game di matrice heavy metal che ti sconvolge per l’assurda ma appagante contestualizzazione da film apocalittico dedicato agli zombie. Come in un film di serie B, sanguinolento, sopra le righe e pieno di violenza gratuita, il gioco ci scaraventa citazioni e cammei in ogni scena di intermezzo che farà certamente la felicità di tutti i giocatori più hard rock.

Il trito e ritrito tema dei non morti in tutte le sue declinazioni si propone in una veste più ironica e strampalata con una forte dose di ironia che nel corso della storia, per ora disponibile in maniera parziale, tra gag e una serie di easter egg sparsi diverte e strappa qualche sorriso.

Quello che non ho trovato comodo è la gestione dei comandi di gioco che, a meno di non avere a disposizione una periferica a forma di chitarra, sono scomodi e poco immersivi. L’impostazione da titolo Guitar Hero c’è ma con le dovute differenze e anche problemi legati al ritmo di gioco molto intermittente.

La musica, evidentemente, ha un ruolo fondamentale all’interno di Double Kick Heroes: composta da Elmobo in collaborazione con altri artisti, la colonna sonora del gioco costituisce l’elemento portante di ogni livello e modalità del titolo. Il gioco, però, già da ora permette di utilizzare un interessante e completo editor di livelli che consente di utilizzare le proprie tracce audio in formato .mp3.

Una volta importata la canzone scelta, però, si dovrà procedere a creare la “partitura”, ovvero la sequenza di tasti da premere con il giusto tempismo una volta avviato lo stage. Si tratta di un processo piuttosto lungo che, però, può dare soddisfazioni già da ora: alcuni appassionati, nel momento in cui scriviamo, hanno già realizzato versioni di Master of Puppet dei Metallica, Rusty Bloody Roots dei Sepultura e, per i più sentimentali, Numb dei Linkin Park. Attenzione, però: il titolo permette di scaricare il livello personalizzato solo se si è in possesso sul proprio computer del corrispondente file .mp3 (scelta logica e obbligata, considerate le implicazioni legali e di copyright). Dal punto di vista grafico il gioco sceglie la strada, ormai battuta da numerose produzioni indipendenti, della pixel art. Si tratta di uno stile già visto in molti titoli che, però, riesce a fare la sua parte e a rappresentare in maniera sufficiente le differenze tra i vari tipi di nemici.

Scritto da Alberto

News in vetrina
La prova di Super Smash Bros Ultimate
La prova di Super Smash Bros Ultimate
(Milano)
-

A meno che abbiate volutamente evitato di sapere la qualsivoglia informazione al riguardo, di Ultimateconosciamo il numero e l’identità di tutti i personaggi del roster, così che alcuni dei veterani sono stati rivisti in termini di moveset, il numero di s
  Dall’esordio nel 1999, Super Smash Bros. si è esibito in un percorso di...

La prova di Just Cause 4
La prova di Just Cause 4
(Milano)
-

Il titolo della scuderia Square Enix è basato su una progressionesimile a quella di altri open world, e al predecessore cui si rifà ampiamente, ma con un distinguo da fare se venite da Far Cry e altre produzioni simbolo del sotto-genere.
  In Just Cause 4, Rico si ritrova a Solìs per aggiungere un tassello...

Recensione anteprima Resident Evil 2
Recensione anteprima Resident Evil 2
(Milano)
-

Pochi slot, anzi, pochissimi (almeno inizialmente) e tanta, tantissima ansia derivante dal non poter prendere l’oggetto fondamentale di turno.
  Il remake di Resident Evil 2 è oramai in dirittura d’arrivo. Mancano davvero...

Secret Files Il mistero di Tunguska: provato
Secret Files Il mistero di Tunguska: provato
(Milano)
-

Guardando dunque alla narrazione, notiamo che non propone nulla di nuovo, non solo per chi ha già provato la versione originale, ma anche dal punto di vista del game design; come anticipavamo, la trama ricorda parecchio un mix tra le avventure nei ghiacci
  Era l’ormai lontano 2006, quando sui nostri PC, e successivamente sulle...

La prova di Sea of Thieves Shrouded Spoils
La prova di Sea of Thieves Shrouded Spoils
(Milano)
-

Oltre alle navi scheletriche già citate, gli sviluppatori hanno ben pensato di introdurre 4 tipologie differenti di megalodonte (che si vanno a sommare alla versione classica già conosciuta da “The Hungering Deep”) ben differenziate nei colori, resistenza
  Rare ha presentato mediante un nuovo trailer di lancio Shrouded Spoils, nuovo...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati