Reato vendere la cannabis light: Cassazione conferma

(Bari)ore 15:50:00 del 04/09/2019 - Classe: , Nuove Leggi, Scienze

Reato vendere la cannabis light: Cassazione conferma
Nelle motivazioni i giudici precisano che il fattore chiave non è la percentuale di principio attivo presente. Non è quindi la presenza di Thc sotto il 6% a garantire che la sostanza sia innocua

VENDERE CANNABIS LIGHT E' REATO - La cessione, la vendita e, in genere, la commercializzazione al pubblico, a qualsiasi titolo, dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis sativa deve considerarsi reato, "salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante". Così le Sezioni Unite Penali della Corte di Cassazione nelle motivazioni della sentenza del 30 maggio 2019, con la quale hanno stabilito che la commercializzazione di cannabis sativa L e, in particolare, di foglie, inflorescenze, olio, resina, ottenuti dalla coltivazione della canapa, non rientra nell’ambito di applicazione della legge n. 242 del 2016, grazie alla quale sono nati in Italia i Cannabis shop. "Ciò che occorre verificare - sottolineano le Sezioni Unite - non è la percentuale di principio attivo contenuto nella sostanza ceduta, bensì l'idoneità della medesima sostanza a produrre, in concreto, un effetto drogante".

VENDERE CANNABIS LIGHT E' REATO -"La legge n. 242 del 2016 - spiega in particolare la Cassazione nelle motivazioni - è volta a promuovere la coltivazione agroindustriale di canapa delle varietà ammesse (cannabis sativa L.}, coltivazione che beneficia dei contributi dell'Unione europea, ove il coltivatore dimostri di avere impiantato sementi ammesse; si tratta di coltivazione consentita senza necessità di autorizzazione ma dalla stessa possono essere ottenuti esclusivamente i prodotti tassativamente indicati dall'art. 2, comma 2, della legge n. 242 del 2016 (esemplificando: dalla coltivazione della canapa di cui si tratta possono ricavarsi fibre e carburanti, ma non hashish e marijuana}'". Per questo, aggiunge, "la commercializzazione di cannabis sativa L. o dei suoi derivati, diversi da quelli elencati dalla legge del 2016, integra il reato di cui all'art. 73, commi 1 e 4, d.P.R. n. 309/1990, anche se il contenuto di THC sia inferiore alle concentrazioni indicate all'art. 4, commi 5 e 7 della legge del 2016".

Motivazioni: "Non basta la bassa presenza di principio attivo" - La legge viene dunque applicata in caso di vendita al pubblico di prodotti derivanti dalla cannabis light anche se l'olio, le inflorescenze e la resina presentano un Thc inferiore allo 0,6%

"Verificare l'effetto reale" - Pertanto, "si impone - aggiunge la Cassazione - l'effettuazione della puntuale verifica della concreta offensività delle singole condotte, rispetto all'attitudine delle sostanza a produrre effetti psicotropi", e questo significa che "occorre verificare la rilevanza penale della singola condotta, rispetto alla reale efficacia drogante delle sostanze oggetti di cessione".

Scritto da Luca

News in vetrina
Cause di morte nel mondo: la top 10
Cause di morte nel mondo: la top 10
(Bari)
-

E' il cuore la prima causa di mortalità nel mondo
LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE NEL MONDO - Ogni anno, in Europa, oltre quattro...

Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
Bimbi: smartphone riducono abilita' cognitive modificando il cervello
(Bari)
-

Uno studio dell’università di Austin, in Texas, ha rivelato per esempio che la semplice presenza dello smartphone vicino a noi riduce la nostra capacità cognitiva anche del 20%
I DANNI DEGLI SMARTPHONE SUI BAMBINI - I bambini che trascorrono più tempo...

Fino a 5 tazzine di caffe' al giorno fanno bene: ecco i risultati di uno studio
Fino a 5 tazzine di caffe' al giorno fanno bene: ecco i risultati di uno studio
(Bari)
-

Altro che male, secondo uno studio il caffè ci libera da malattie cardiovascolari. Fino a 5 tazzine al giorno è consentito.
QUANTO CAFFE' BERE AL GIORNO - La caffeina non fa male entro una certa quantità...

Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi 7 novembre
(Bari)
-

Chi non si doterà di questi dispositivi incorrerà in una sanzione amministrativa da 81 a 326 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente
SEGGIOLINI ANTIABBANDONO OBBLIGATORI - Da domani 7 novembre scatta l'obbligo per...

Tonno in scatola per dimagrire: e' la scelta ideale?
Tonno in scatola per dimagrire: e' la scelta ideale?
(Bari)
-

TONNO IN SCATOLA PER DIMAGRIRE - Il tonno in scatola è uno degli ingredienti più pratici da avere in dispensa.
TONNO IN SCATOLA PER DIMAGRIRE - Il tonno in scatola è uno degli ingredienti più...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati