Paghi quello che puoi: ecco il supermarket dove i prodotti NON hanno prezzo fisso

(Cagliari)ore 22:24:00 del 01/07/2018 - Classe: , Cronaca, Esteri

Paghi quello che puoi: ecco il supermarket dove i prodotti NON hanno prezzo fisso
Un’iniziativa che fa bene alle persone e all’ambiente arriva da Toronto dove da qualche tempo è stato aperto un supermercato molto speciale.

Sono circa 108 milioni le persone che nel mondo fanno i conti con una situazione di grave insicurezza alimentare, per questo negli ultimi anni, stanno crescendo le iniziative che mirano da un lato, a garantire all’accesso al cibo per tutti, dall’altro a combattere gli sprechi.

Un’iniziativa che fa bene alle persone e all’ambiente arriva da Toronto dove da qualche tempo è stato aperto un supermercato molto speciale. Tra gli scaffali si trova di tutto, dai prodotti biologici fino al cibo per animali, l’unica cosa che non si trova sono i cartellini dei prezzi perché ognuno può pagare ciò che acquista, in base alle proprie possibilità economiche.

I prodotti sono donati da una rete di partner e sono cibi vicini alla scadenza o che hanno confezioni rovinate (che ovviamente non intaccano la commestibilità), molti destinati alle discariche da lì a breve.

"Il nuovo negozio vuole affrontare il problema dell'insicurezza alimentare e della lotta gli sprechi mettendo a confronto i due problemi. La procedura è semplice: prendere quei prodotti destinati alle discariche, dirottarli e consegnarli alle persone bisognose", ha detto Jagger Gordon, lo chef di Toronto che ha lanciato l'iniziativa.

Il supermercato, che ha anche panetteria e caffè ed è nato dall’organizzazione no profit Feed It Forward, nata dopo la pubblicazione di un dato allarmante: ogni anno 31miliardi di sterline di cibo finiscono nelle discariche canadesi, mentre una famiglia su otto lotta per mettere del cibo a tavola.

I primi tentativi di Gordon di affrontare il problema sono stati straordinari, ma adesso il negozio di Toronto sembra una vera e propria rivoluzione. Lo spazio di 102 metri quadrati è aperto sette giorni su sette e offre un'ampia varietà di prodotti, dalla farina allo zucchero dalla frutta e verdura fino ai legumi. I prezzi sono a discrezione dei clienti.

"Se puoi permetterti di pagare di più, lo fai, altrimenti dai quello che puoi. Non chiederei nemmeno un soldo in più a chi non può permetterselo", ha spiegato lo chef.

Tutti i profitti vengono riversati nel negozio, coprono l’affitto e il trasporto delle provviste. Ci sono circa 600 volontari, anche una fitta rete di raccolta fondi, donazioni. A fine giornata ciò che rimane in negozio viene consegnato in strada o lasciato in un vicino rifugio per senzatetto. La speranza di Gordon è che il suo modello venga esportato anche in altre parti del mondo:

"Si tratta di spiegare alle persone che il cibo non va sprecato perché c’è chi ne ha bisogno davvero”.

Da: QUI

Scritto da Gerardo

News in vetrina
Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
Francia: cancellato l'ITALIANO dalle Scuole
(Cagliari)
-

Dopo il corposo taglio di cattedre per l’insegnamento dell’italiano nella scuola francese, arriva l’appello firmato da diversi docenti francesi e molti intellettuali italiani, da Andrea Camilleri ad Ascanio Celestini, per il ripristino dell’insegnamento d
Prima la Gioconda, poi il primato sulla cucina, oggi l'insegnamento...

TRIPOLI: 6000 profughi pronti a partire per l'Italia dalla LIBIA
TRIPOLI: 6000 profughi pronti a partire per l'Italia dalla LIBIA
(Cagliari)
-

La maggior parte vive ammassata nei centri di detenzione dove l’acqua e il cibo sono sempre più scarsi
TRIPOLI & TRIBOLI - IL DOSSIER DEGLI 007: SEIMILA PROFUGHI PRONTI A PARTIRE...

Finlandia: sei stressato? Vacanze GRATIS per te! VIDEO
Finlandia: sei stressato? Vacanze GRATIS per te! VIDEO
(Cagliari)
-

Per la seconda volta consecutiva la Finlandia è stata nominata il paese più felice del mondo.
Per la seconda volta consecutiva la Finlandia è stata nominata il paese più...


(Cagliari)
-


  Di Notre-Dame è salva la struttura muraria, insieme a un terzo del tetto. Il...

I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
I bilanci della ONG DEI CENTRI SOCIALI
(Cagliari)
-

La ong aperta da Luca Casarini e altri esponenti dei centri sociali e dell'associazionismo rosso per mettere in mare la nave Mare Jonio, svelano sì i soldi che fino a oggi gli sono arrivati nel portafogli, ma non pubblicano alcun nome se non quelli che gi
Non è tanto quello che dice, quanto piuttosto quello che no dice. Perché i...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati