Multinazionali: ecco cosa sapere

(Bologna)ore 12:06:00 del 15/11/2016 - Classe: Denunce, Economia, Editoria, Esteri

Multinazionali: ecco cosa sapere
La multinazionale leader nella produzione di prodotti per la prima colazione, come cereali e biscotti, è ormai entrata anche nell mercato per gli spuntini.

1Nestlé

La multinazionale leader nella produzione di prodotti per la prima colazione, come cereali e biscotti, è ormai entrata anche nell mercato per gli spuntini. Tra i suoi più noti marchi si includono Corn flakes, All-Bran o Pringles, acquisiti nel 2012.

La società svizzera comprende aziende che producono cioccolato, latticini, alimenti per animali domestici e acqua in bottiglia. Nescafé, Nesquik, Maggi, KitKat, Garnier, Purina sono alcuni dei suoi marchi più famosi.

Sede: Londra, Regno Unito.

Sede: New York (USA).

Questa multinazionale è specializzata nella produzione di bevande e snack. Tra i suoi marchi più popolari figurano Pepsi, 7Up, Mirinda, Doritos, Lay o Cheetos, tra gli altri.

Sede: Parigi, Francia.

4 Coca-Cola

Sede centrale: Atlanta (USA).

Sede: Deerfield, Illinois (USA).

Entrate nel 2015: 24.900 milioni di euro.

Entrate nel 2015: 87 miliardi di dollari.

Sede centrale: Battle Creek, Michigan (USA).

Questa società è principalmente impegnata nella produzione di dolciumi, cibi e bevande. I suoi marchi più famosi sono Oreo, Milka, Trident, Sale, Cadbury e Toblerone.

Questo gigante delle bibite produce un gran numero di marchi universalmente noti come Coca-Cola, Sprite, Fanta o Nestea.

3 Unilever

Sede: Londra (UK) e Rotterdam (Paesi Bassi).

7 Danone

9 Associated British Foods

La produzione multinazionale anglo-olandese è dedicata dedicato al cibo come Knorr Ben & Jerry e prodotti per l’igiene personale come Dove, Rexona e Axe.

Entrate nel 2015: 16.600 milioni di euro.

 

8 General Mills

5 Mars

Luogo: Golden Valley, Minnesota (USA).

Entrate nel 2015: 13.500 milioni di euro.

La maggior parte delle grandi marche di cibo, prodotti per la casa e per gli animali e cosmetici sono controllate da solo 10 grandi aziende. Oxfam, una confederazione internazionale di organizzazioni non governative, ha creato un infografica che mostra la predominanza di queste aziende nel mercato mondiale e valuta ogni secondo il loro rispetto per l’ambiente e dei diritti dei lavoratori, ha riferito The Independent.

Sede centrale: Vevey, Svizzera.

Entrate nel 2015: 44.300 milioni di euro.

10 Kellogg’s

 

Sede centrale: McLean, Virginia (USA).

Entrate nel 2015: 29.600 milioni di euro.

Entrate nel 2015: 63.000 milioni di euro.

Entrate nel 2015: 59.100 milioni di euro.

La multinazionale francese è uno delle maggiori produttrici di alimenti per l’infanzia, prodotti lattiero-caseari e acqua in bottiglia. Vende marchi come yogurt Danone (Dannon negli Stati Uniti), Activia, Actimel e acqua minerale Evian.
6 Mondelez

La mega-corporation include diverse aziende che producono yogurt, gelato o pasta surgelata. I suoi marchi più popolari sono Cheerios, Golden Grahams, Yoplait, Haagen-Dazs Old El Paso, tra gli altri.

Entrate nel 2015: 33.000 milioni di euro.

Queste aziende onnipotenti dominano il mercato mondiale. Le entrate della multinazionale più ricca supera gli 80 miliardi di dollari all’anno.

I dipendenti sono sottopagati. Gli animali che forniscono la carne degli hamburger sono costretti a continue gravidanze e vengono imbottiti di antibiotici e farmaci. L’intera “politica pubblicitaria” della multinazionale mira a coinvolgere e convincere i bambini (con regali, promozioni e gadgets)e ovviamente, quando il bambino rompe i coglioni perché vuole andare da McDonald’s, ci va tutta la famiglia. Tre piccioni con un cheesburger.La campagna contro questa multinazionale dura ormai da più di una decina d’anni. La McDonald’s è finita più volte sotto processo. Ha pagato diversi milioni di dollari di risarcimento danni ai consumatori.Negli ultimi sei mesi il fatturato è sceso del 13%.

LE 10 MULTINAZIONALI CHE CONTROLLANO TUTTO QUELLO CHE COMPRIAMO: ECCO I VERI PADRONI DEL MONDO, QUELLI CHE SONO SOPRA A QUALUNQUE POLITICO

Il conglomerato produce un gran numero di marche di dolciumi e di prodotti di animali. Questi includono Mars, Snickers, Twix, Bounty, M & M, Uncle Ben’s, Orbit, Pedigree e Whiskas.

2 PepsiCo

L’azienda è impegnata nella produzione di zucchero, lievito di birra e vari ingredienti alimentari. I suoi marchi includono Dorset Cereali e Tè Twinings. Inoltre, controlla la catena di negozi Primark di vestiti e accessori.

Entrate nel 2015: 17.600 milioni di euro.

Scritto da Luca

News in vetrina
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Bologna)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Bologna)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...

Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
Tassa sulla plastica: regioni e prodotti piu' colpiti
(Bologna)
-

La plastic tax sarà un vero e e proprio colpo per molte industrie del settore e a rimetterci saranno in particolare alcune regioni italiane.
TASSA SULLA PLASTICA, REGIONI E PRODOTTI PIU' COLPITI - Quali sono i prodotti...

Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Bologna)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Bologna)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati