La prova di Tour de France 2019

(Milano)ore 13:12:00 del 21/07/2019 - Classe: , Videogames

La prova di Tour de France 2019
A questi si affiancano Giro del Delfinato, Parigi-Roubaix, Tour de France, Parigi-Nizza e altre competizioni minori.

 

RECENSIONE TOUR DE FRANCE 2019 - Tour de France 2019 consente di vestire i panni di un ciclista professionista. È possibile infatti comandare l’atleta in prima persona accelerando e frenando, decidendo le traiettorie delle curve e i momenti in cui attaccare. E fin qui, niente di nuovo. Le prime novità, invece, il titolo Cyanide le riserva alle modalità di gioco disponibili.

Oltre alla possibilità di giocare una tappa o una corsa singola, ci si può divertire con le sfide. Queste consistono nell’affrontare alcune delle discese più tecniche delle tappe del tour e, novità di quest’anno, alcuni scenari predefiniti. In alcuni si dovrà trionfare in uno scatto di gruppo, mentre in altri saremo chiamati a vincere la gara dopo essere rientrati in gruppo dopo una foratura. Tutte le sfide possono essere giocate in competizione con altri giocatori in locale. Il multiplayer online, rimanendo in tema, supporta fino a tre giocatori, e consente di correre le varie corse proposte.

RECENSIONE TOUR DE FRANCE 2019 - Non mancano le due opzioni più corpose, ovvero Pro Team e Pro Leader. Nella prima si sarà chiamati a creare una squadra ex novo, cercando di portarla alla vittoria. Si inizia con competizioni di minore portata fino ad arrivare, si spera dopo alcune vittorie, a potersela giocare nelle gare più prestigiose. Il calendario è rimasto praticamente immutato dall’anno scorso, a eccezione di due new entry. Tour de France 2019, infatti, permette di vivere le emozioni del Giro delle Fiandre e del Campionato Mondiale. A questi si affiancano Giro del Delfinato, Parigi-Roubaix, Tour de France, Parigi-Nizza e altre competizioni minori.

Il gameplay rimane totalmente invariato rispetto ai titoli del 2017 e del 2018, e anche se la software house promette un’IA diversa che prende le virate in modo più realistico. Quindi manteniamo la stessa gestione dello sforzo, con una barra rossa di sprint e blu, con due gel per fare rifornimento in gara. Non ci sono quindi grandi sconvolgimenti, e ad eccezione della gestione del vento in alcune fasi, le condizioni meteorologiche rimangono le stesse. I puristi ricadranno sulla gestione dell’auricolare per mantenere l’aspetto tattico, ma si acquisteranno contro l’immobilità di un gameplay che diventa chiaramente ridondante nel corso degli anni. E anche se il motore grafico non è cambiato, abbiamo il piacere di vedere l’evolvere nelle pianure e nelle città francesi durante le gare davvero tattiche.

RECENSIONE TOUR DE FRANCE 2019 - La gestione delle cuffie è davvero essenziale per posizionare correttamente i corridori nelle fughe, proteggere i suoi leader e gestire le ascese dei passaggi più difficili. L’immersione è buona e i risultati sono piuttosto coerenti a livello delle forze nel gruppo. Solo rammarico nel contenuto del Tour, come la mancanza di alcune licenze, comprese quelle di Team Ineos. Inoltre, ci sono diversi elementi chiave del patrimonio, come l’Arco di Trionfo nel Tour o miti nei classici come le finitrici di Roubaix. Perché sì, oltre al Tour de France, le altre “coppe” da conquistare, come la Parigi-Roubaix, Giro del Delfinato, il Giro di Corsica e novità di quest’anno, il Flanders Classic. Inoltre i Dejavu tornano anche nelle modalità di gioco in generale. Oltre alla modalità gara, Tour de France 2019 offre di nuovo la Pro Leader (carriera di un ciclista personalizzato) e Pro Team (di una squadra). Purtroppo il gioco cade negli spazi vuoti come l’anno scorso, con due modalità di carriera troppo piatte. È una semplice successione di gare, un’avventura senza una vera profondità per una carriera individuale o di squadra. Entrambe le esperienze sono troppo simili tra loro, il che diminuisce ulteriormente il loro interesse.

In conclusione

Anche se ha cambiato marcia passando a un altro editor, il gioco ufficiale del Tour de France ci dà sempre l’impressione di una minestrina riproposta come tutti gli anni. L’annata 2019 offre sicuramente nuove sfide sprint, il Vlaanderen Classic e rimane nei suoi standard, ma le novità sono troppo sottili per soddisfare i fan della serie. Mantenendo esattamente la stessa meccanica dei suoi predecessori, Tour de France 2019 non è il titolo che speravamo da Cyanide.

 

Scritto da Gerardo

News in vetrina
Fifa 20 Volta Football: cosa conoscere
Fifa 20 Volta Football: cosa conoscere
(Milano)
-

Futsal, infine, non è altro che il classico calcio a cinque come siamo abituati a conoscerlo: ciò vuol dire che ci saranno degli arbitri - decisamente meno indulgenti rispetto alla classica modalità 11 contro 11 -, e si dovrà obbligatoriamente giocare in
  FIFA 20 VOLTA FOOTBALL ANTEPRIMA - Le meccaniche di gioco di Volta...

La prova di The Sinking City
La prova di The Sinking City
(Milano)
-

RECENSIONE THE SINKING CITY - Charles W. Reeds è un americano come tanti: ha svernato la guerra in marina, sta lentamente rotolando con successo fuori da proibizionismo e per campare fa l'investigatore privato
  RECENSIONE THE SINKING CITY - The Sinking City narra le vicende di Charles...

Hearthstone Salvatori di Udlum: cosa conoscere
Hearthstone Salvatori di Udlum: cosa conoscere
(Milano)
-

E, a proposito di combo, segnaliamo anche un’epica, la Maestra dei calci rotanti, 1/2 che mette nella mano del giocatore una carta combo ogni volta che ne si gioca una, aprendo a possibili cicli infiniti, letali per gli avversari del ladro.
  ANTEPRIMA HEARTHSTONE SALVATORI DI UDLUM - La nuova espansione di Hearthstone...

La prova di Darksiders III Keepers of the Void
La prova di Darksiders III Keepers of the Void
(Milano)
-

La prima impressione (che poi, vista la breve durata del contenuto è anche l’ultima) è che, al di là di qualche puzzle ingegnoso, con soluzioni prese di peso dai primi due capitoli della serie (il primo in particolare), il design di Keepers of the Void ri
  DARKSIDERS III KEEPERS OF THE VOID RECENSIONE - A mesi di distanza dalla...

Final Fantasy XIV ShadowBringers: provato
Final Fantasy XIV ShadowBringers: provato
(Milano)
-

Si tratta di un limite perfettamente comprensibile se si tiene a mente che il titolo è stato pubblicato originariamente in cross-play tra PC e PlayStation 3, e che nonostante tutto rimane uno dei titoli MMORPG sul mercato graficamente più curati.
  FINAL FANTASY XIV SHADOWBRINGERS RECENSIONE - Esistono due tipi di "veri fan...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati