La prova di FIFA 19

(Firenze)ore 20:14:00 del 13/06/2018 - Classe: , Videogames

La prova di FIFA 19
E' possibile attivare più tattiche contemporaneamente, optando in tempo reale sia per un attaccante aggiunto che per un pressing di squadra, oppure attivando contropiede e tentativo di scavalcare la difesa con palla sopra i difensori.

EA non perde tempo e, pronti via, mette subito in mostra l’acquisto più importante di quest’anno: la licenza della Champions League raggiunge il suo detentore per eccellenza, Cristiano Ronaldo, e insieme a Neymar, ex testimonial PES, conquista tutti i riflettori di FIFA 19, ennesima nuova edizione del titolo calcistico più popolare degli ultimi anni.

EA ha voluto portare persino la coppa dalle grandi orecchie qui a Los Angeles, così durante EA Play abbiamo potuto ammirare da vicino non solo le novità di FIFA 19 ma anche il trofeo più ambito del calcio europeo.

Modalità, intro partita, grafiche e musiche dedicate per la Champions League di FIFA, che debutta con una cura e una valorizzazione da veterani: se in PES l’avevamo apprezzata, il modo in cui l’inno viene riprodotto su un montaggio delle inquadrature allo stadio, ai giocatori e al telo ufficiale è magistrale qui in FIFA, ma per apprezzare a fondo la modalità dovremo aspettare qualche prova in più.

Nel frattempo, la demo di EA Play ci ha permesso di valutare altre novità di quest’anno, tutte concentrate sul voler perfezionare l’esperienza di gioco tipica della serie piuttosto che rivoluzionarla. D’altronde FIFA è di gran lunga il titolo calcistico più venduto e giocato degli ultimi anni, ma EA sa bene che non è esente da difetti e gli sforzi di quest’anno sono tutti rivolti a riportare equilibrio in alcuni aspetti che irritavano di più i giocatori.

Innanzitutto un maggior controllo delle tattiche: nel pre partita è possibile dare indicazioni sull’approccio difensivo, scegliendo tra pressing sui difensori in palleggio, pressing aggressivo dopo palla persa o disposizione negli spazi in attesa dell’avversario, e approccio offensivo, scegliendo tra palla lunga, possesso o scambi rapidi.

La scelta cambia drasticamente il ritmo del gioco ma diventa essenziale per quei giocatori più attendisti che nei titoli precedenti erano costretti ad adattarsi all’espressione di calcio veloce e verticale del gameplay tipico. Stavolta invece gli amanti di una difesa paziente e oculata possono decidere altezza, ampiezza e disposizione della propria squadra in fase di non possesso, combinando le indicazioni dello stile di gioco a quelle tattiche durante la partita. E' possibile attivare più tattiche contemporaneamente, optando in tempo reale sia per un attaccante aggiunto che per un pressing di squadra, oppure attivando contropiede e tentativo di scavalcare la difesa con palla sopra i difensori. La possibilità di personalizzare approccio di squadra nel pre partita e tattiche durante il match porta il gioco su un livello più alto del saper giocare: se si conosce avversario e propria squadra, le nuove tattiche dinamiche possono trasformare un avversario svantaggiato in una grossa spina nel fianco anche per i giocatori più rapidi e abili.

The Champions!

Veniamo infine alla grande novità di quest’anno: i diritti sulla Champions. Le partite che abbiamo svolto su FIFA 19 erano tutte inserite nel contesto della Champions League. Dall’entrata dei giocatori, all’inno della competizione, all’infografica a schermo del risultato, tutto era riprodotto nei minimi dettagli come nella realtà.

La Champions però non verrà introdotta solamente nelle classiche modalità come calcio d’inizio o carriera, ma anche nella modalità Il Viaggio. Alex Hunter infatti tornerà anche in FIFA 19 dove finalmente potrà affrontare la Champions League da protagonista, cercando di alzare al cielo la Coppa dalle grandi orecchie. Giocare partite di Champions è molto gratificante, e farlo con quello che ad oggi sembra essere il miglior comparto animazioni della serie lo rende estremamente soddisfacente ma non esente da difetti.

Dalla nostra prova si è evinta una eccessiva facilità nell’imbucare la difesa, con la coppia di centrali molto legnosa nell’interpretare i movimenti degli attaccanti in profondità, di contro i centrocampisti (su tutti quelli dotati di alte statistiche di contrasto) spesso ci sono sembrati muri invalicabili con intercetti fuori dalla norma. Purtroppo un’altra nota dolente risiede nella gestione dei portieri, da sempre cruccio della serie FIFA che anche quest’anno sembrerebbe non riuscire a colmare le lacune che hanno caratterizzato gli estremi difensori negli anni passati.

FIFA 19 non vuole stravolgere completamente la serie, ma attraverso diversi miglioramenti e introduzioni soprattutto nei campi delle animazioni, delle azioni e delle licenze (Champions League su tutti) punta a consolidare in maniera granitica le certezze finora create. Al netto di diverse situazioni da migliorare come i passaggi filtranti e le coperture dei centrali di difesa, ci è sembrato un netto passo avanti rispetto al capitolo precedente.

Scritto da Sasha

News in vetrina
A Plague Tale Innocence: provato
A Plague Tale Innocence: provato
(Firenze)
-

Il povero cane, invece, sembra essere risucchiato nel terreno da una forza misteriosa, e muore sotto gli occhi esterrefatti della ragazza.
  A PLAGUE TALE INNOCENCE RECENSIONE - Circondato ormai da qualche mese da...

PlayStation Now in Italia: cosa cambia
PlayStation Now in Italia: cosa cambia
(Firenze)
-

PlayStation Now arriva in Italia: il futuro dei videogiochi è lo streaming
Il 12 marzo Sony ha lanciato anche in Italia PlayStation Now, un nuovo servizio...

Xenon Racer: provato
Xenon Racer: provato
(Firenze)
-

La loro caratterizzazione è molto curata, i designer di 3DClouds hanno preso le attuali ambientazioni e le hanno plasmate per renderle simili a una loro ipotetica versione 2030.
  Questo weekend ritorna la Formula 1, e se dovessi pensare che potrebbe essere...

Yoshis Crafted World: cosa sapere
Yoshis Crafted World: cosa sapere
(Firenze)
-

L’adorabile stile handmade del gioco viene sorretto da un comparto tecnico di tutto rispetto: tanto le ambientazioni quanto i personaggi sono realizzati con estrema cura, e non ci sono sbavature di sorta ad inficiare sull’esperienza.
  Gli sviluppatori di Good Feel ci hanno ormai abituati a ottimi platform...

One Piece World Seeker: provato
One Piece World Seeker: provato
(Firenze)
-

Tutto ha inizio con Rufy che cade dal cielo, da una prigione celeste che si dice custodisca un bottino che ai pirati della ciurma di cappello di paglia fa tanta gola.
  One Piece World Seeker era riuscito ad illuderci che dall’unione di Ganbarion...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati