CORSA ai beni di lusso deprezzati in Turchia

(Roma)ore 13:23:00 del 24/08/2018 - Classe: , Economia, Esteri

CORSA ai beni di lusso deprezzati in Turchia
La lira si svaluta paurosamente: a Istanbul i brand della moda sono presi d'assalto dagli stranieri, mentre i turchi cercano rifugio nei bitcoin.

Cosa succede in Turchia? La lira turca è soggetta ad una fortissima speculazione e al cambio attuale una lira è pari a 0,15 euro. Oltre 80 milioni di turchi si sono ritrovati più poveri in men che non si dica, in balia dei sobbalzi della borsa e ancora una volta il mercato sta dettando le sue leggi senza riguardo alla morale. Ciò significa che oggi, chi può permetterselo, deve cogliere al balzo la possibilità di fare incetta di beni di lusso a prezzi ribassati. E il bitcoin è tornato in auge.

Si spiegano così le frotte di turisti stranieri che si sono assiepati dietro i cordoni rossi dell’Istinye Park Mall di Istanbul. Nel lussuoso complesso commerciale all’aperto e sotto un cielo azzurro, improvvisamente i grandi brand che dettano le linee guida della moda mondiale – come Louis Vuitton, Chanel ed Hermes – sono diventati prede molto più economiche per i fortunati che avevano valuta straniera da spendere.

"Oggi", racconta al sito di Bloomberg il 22enne Orhan, in fila dietro le vetrine di Louis Vuitton con una coppia di amici cinesi, "la Turchia è il posto più economico al mondo per lo shopping di moda”. E che dire della boutique Chanel? Quasi un’ora di attesa per poter acquistare la "Classic Chanel Camera Bag" a 18.500 lire turche ovvero circa 2.400€. Significa un 25% netto di sconto rispetto ai 3.200€ richiesti sullo store online Chanel Europe.

Per gli analisti finanziari è stato difficile tenere il passo, difatti nelle ultime tre settimane la lira ha perso il 27% rispetto al dollaro, il 21% solo nell'ultima settimana, gettando nel panico i risparmiatori e facendo infuriare il presidente turco, l’esuberante Recep Tayyip Erdogan. Una svalutazione selvaggia che spiega il fatto che tutti i compratori in erano arabi, asiatici ed europei, senza nessuna traccia di acquirenti turchi.

L'ECONOMIA TURCA È CRESCIUTA VELOCEMENTE MA IL BOOM È SOSTENUTO DAGLI AIUTI DI STATO: ORA CHE GLI INVESTITORI SI RITIRANO LA LIRA CROLLA

"Guadagniamo dollari e compriamo lusso con le lire turche", ha affermato Carson, 35enne nativo cinese che lavora nel settore delle telecomunicazioni ad Istanbul: "Per le aziende questa politica a lungo termine sarà un danno, idem per la gente del luogo che soffre la svalutazione". L'economia turca è cresciuta velocemente ma il boom è sostenuto dagli aiuti che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha scelto di concedere alle piccole e medie imprese, già fortemente indebitate anche in valuta estera. Il risultato? Erdogan ha vinto le elezioni ma oggi gli investitori esteri si stanno ritirando e la lira crolla in verticale. Inoltre la guerra dei dazi con gli Stati Uniti - Trump ha dichiarato che raddoppierà le sue tariffe sull'acciaio e l'alluminio turchi – non fa che complicare le cose.

Per cui non stupisce il crescente interesse per i risparmiatori turchi verso il bitcoin e il conseguente incremento dei volumi degli scambi sugli exchange di criptovalute locali. Evidentemente se le lire turche sono più rischiose di altre valute, chi può permetterselo comprerà euro, dollari o bitcoin. Nonostante la sua alta volatilità, la criptovaluta riuscirà a mantenere il suo status di bene rifugio digitale.

Da: QUI

Scritto da Gerardo

News in vetrina
Italia: RECORD europeo di SCUOLE CHIUSE PER VACANZE.
Italia: RECORD europeo di SCUOLE CHIUSE PER VACANZE.
(Roma)
-

Voi cosa ne pensate? Preferireste vacanze (anche quelle natalizie) più corte, ma suddivise su più periodi dell’anno?
In effetti, la durata delle vacanze è un problema molto serio, su cui politici e...

Finlandia: sei stressato? Vacanze GRATIS per te! VIDEO
Finlandia: sei stressato? Vacanze GRATIS per te! VIDEO
(Roma)
-

Per la seconda volta consecutiva la Finlandia è stata nominata il paese più felice del mondo.
Per la seconda volta consecutiva la Finlandia è stata nominata il paese più...

32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
32 anni dalla fine del nucleare e ancora non sappiamo dove mettere i RIFIUTI RADIOATTIVI
(Roma)
-

Si chiama Sogin e pochi la conoscono: è la società creata ad hoc per gestire la denuclearizzazione in Italia, dopo il referendum del 1987 e lo spegnimento delle centrali
Se pensavate di aver chiuso con il nucleare più di 30 anni fa, vi siete...


(Roma)
-


  Di Notre-Dame è salva la struttura muraria, insieme a un terzo del tetto. Il...

18app: come spendere il BONUS CULTURA su Amazon
18app: come spendere il BONUS CULTURA su Amazon
(Roma)
-

Ecco come spendere il Bonus Cultura riservato ai diciottenni su Amazon per l'acquisto di libri, Kindle e musica registrata. 18app guida completa.
Come spendere il Bonus Cultura su Amazon per libri e Musica – Sul sito...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati