Carezze intime? Ecco come fare a lui

(Bologna)ore 22:48:00 del 28/07/2018 - Classe: , Sesso

Carezze intime? Ecco come fare a lui
Guida alle carezze - Come fare coccole e carezze intime al proprio ragazzo

Una ragazza ci scrive: 

x i ragazzi è facile... toccano il seno... sedere...baci sul collo...ma noi ragazze cosa possiamo fare in particolare con le mani e senza toccare x forza i genitali!?!? avrei proprio bisogno di una guida pratica!! grazie!! 

Dopo questa lettera abbiamo pensato di scrivere una guida alle coccole, coccole che non comprendano la stimolazione dei genitali, buona per lei e per tutte le altre ragazze, ma ottima da leggere anche per i ragazzi. Una guida alla riscoperta della lentezza e delle carezze che a volte possono "mandare in orbita" molto di più di quelle ai genitali. Godere con massaggi e carezze è possibile! State scuotendo dubbiosi la testa? Non vi resta che sperimentare allora!

L'effetto delle carezze è molteplice e appagante, stimola il nostro corpo e induce nella mente un profondo stato di benessere, di calma e relax. L'importanza di questo gesto è data dal contatto corporeo, con il quale ogni centimetro quadrato di pelle si trasforma in una mappa di recettori nervosi che catturano gli stimoli provenienti dall'esterno e li inviano al cervello, che poi li distingue... caldo, freddo, pressioni, sfioramenti, vibrazioni, dolore o, al contrario, piacere, erotismo.  Parlarsi attraverso la carezza, però, non è sempre facile. La comunicazione attraverso il contatto fisico richiede apprendimento, intuizione. E’ necessario calcolarne tempi e modi: ogni carezza non è fatta solo di contatto ma anche di tempo, di tempestività. E' fatta del momento giusto, della durata opportuna. 

Affetto = carezze 

Noi comunichiamo con chi amiamo attraverso le carezze. Carezze materne, carezze paterne, carezze di approvazione, carezze con cui si esprime il proprio consenso, con cui si esprime l'amicizia, e l’amore. Con cui si dà e si riceve piacere. Dal momento della nascita, quando il bambino lascia l'utero materno, viene rassicurato dal contatto fisico con la madre da cui è totalmente dipendente. A mano a mano che cresciamo e sviluppiamo la nostra sessualità, il contatto fisico con i genitori diventa sempre più difficile ma rimane profondamente radicato in noi il desiderio del contatto fisico che esprimiamo facendo l'amore. In una coppia la carezza vale doppio: contatto erotico e strumento di comunicazione. All’inizio di una relazione ci si accarezza e ci si tocca tantissimo, per imparare a meglio conoscersi e apprezzarsi a vicenda.

Ma quando la coppia è lontana dai “primi tempi”, capita che ci si accarezzi sempre meno per il puro e semplice piacere di accarezzarsi. Le carezze diventano così limitate al ruolo di preliminari all’atto sessuale completo, e talvolta possono diventare più rare e limitate anche durante i rapporti sessuali, che con l’andare del tempo possono ridursi più o meno alla semplice penetrazione. Così si arriva, talvolta senza rendersene ben conto, a eliminare la sensualità dalla coppia. 

Carezze e coccole 

Le coccole si possono definire forme di carezze, tenerezze, vezzeggiamenti, manifestazioni di affetto. Le carezze, a loro volta, sono dimostrazioni di affetto o di benevolenza eseguite con la mano. In senso più lato si possono definire come tutto ciò che, nella relazione tra due persone, implica uno scambio o riconoscimento comunicativo, verbale o meno, che comporta una certa dose di emozione in una o entrambe le persone. Le coccole e le carezze non provengono solo dall’esterno: siamo noi i primi ad attuarle nei nostri confronti e questa è la base per essere in grado di accettarle a nostra volta. Concedersi piccole gratificazioni, un bagno caldo e profumato, una parola di elogio per un compito accuratamente svolto sono piccole attenzioni che ci possiamo rivolgere e che incrementano il senso di autostima e di benessere. Se ci sentiamo degni d’affetto e di riconoscimento saremo in grado di accettare tutto ciò anche dagli altri. In caso contrario, rischieremo di rifiutare, sminuire, svalutare quanto ci offrono gli altri. Se si riesce a donare a sè stessi coccole e carezze si potrà estendere anche fuori di sé tali doni, senza sentirsi privati di quanto si offre, senza aspettarsi nulla in cambio.

Ecco come: 

  • fare leva sulla propria sensualità individuando i sensi che maggiormente utilizziamo e cercare di potenziarli; 
  • cercare di individuare e soddisfare i propri piccoli piaceri (ad es.: annusare un fiore, fare un bagno caldo, assaporare un gelato); 
  • utilizzare la fantasia per immaginare di soddisfare i propri desideri e godere appieno delle sensazioni e del piacere che ne deriva; 
  • dedicare del tempo ad accarezzare il proprio corpo e per individuare le proprie zone di maggiore piacere; 
  • lodarsi per le proprie qualità e per i propri successi. 

Successivamente, con il partner o con gli amici: 

  • provare ad offrire piccole carezze fisiche e verbali e osservare gli effetti: cercare di capire cosa si aspetta l’altro e modulare la propria offerta di conseguenza; 
  • cercare di donare in ogni contesto ed occasione possibile; 
  • imparare a percepire non solo il piacere dell’altro, ma anche il propriomentre si fa una carezza (ad es.: a livello fisico, il contatto della propria mano con la pelle di un viso, a livello emotivo, il calore, la gioia nel vedere ricambiato il proprio sorriso).

Le parti del corpo da accarezzare 

I piedi: La zona dei piedi da stimolare per sciogliere ansia e tensione risiede nel plesso solare , qualche centimetro sotto l'articolazione metatarso-falangea (il terzo dito partendo dall'alluce). Per stimolarla, occorre distendere lentamente il dito fino a sentire la sporgenza dell'articolazione sulla quale, con il pollice della mano, si effettua una pressione dolce della durata di trenta secondi. 

Il collo: Il punto dell'abbandono è una zona che, se stimolata con accortezza può fornire grande piacere all'interessato. Esso si trova dietro il collo, a due o tre centimetri sotto la base del cranio, dove si accumulano tutte le tensioni della giornata e quelle derivanti dalle cattive posizioni di lavoro o di sonno. Occorre massaggiare la parte con lentezza, con un movimento continuativo nei pressi dell'attaccatura dei capelli, in particolare la fossetta centrale. 

Campo dell'elisir: è il punto da stimolare per risvegliare l'appetito sessuale, poichè è lì che transitano i sentimenti che nascono dal cuore. Essa si trova nell'addome, tra la zona del pube e l'ombelico. Per stimolarla occorre massaggiarla con dolcezza per un paio di minuti, con un movimento circolare dal basso verso l'alto.

Orecchio: Se non è tanto una questione di appettito sessuale, quanto un raffreddamento dei sentimenti, allora il punto da stimolare è quello dell'orecchio, per la precisione la parte alta del lobo di entrambi gli orecchi. Occorre massaggiare con movimento circolare attraverso il polpastrello della mano.

Gambe: Per dare piacere, esiste la stimolazione di una zona ultra collaudata, ma di cui spesso si dimentica la potenzialità. Questa zona è l'interno delle cosce, in particolare per le donne, che vanno massaggiate con movimento a spirale dal ginocchio all'inguine.

Da: QUI

 

Scritto da Luca

News in vetrina
Conquistare un uomo o una donna TORO? Ecco la guida
Conquistare un uomo o una donna TORO? Ecco la guida
(Bologna)
-

I Toro sono delle persone estremamente pragmatiche, con i piedi ben ancorati a terra e non sono tipi da fantasticherie e sogni impossibili. Hanno bisogno di concretezza per poter affrontare la vita con serenità. 
I Toro sono delle persone estremamente pragmatiche, con i piedi ben ancorati a...

Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
Desiderio sessuale: 7 consigli per le donne
(Bologna)
-

I consigli degli esperti di sesso per aumentare la libido nelle donne e ritrovare il gusto del rapporto appagante
Non sempre  si tratta di un reale problema fisico, spesso le donne sono...

Come l'uomo percepisce la donna oggi
Come l'uomo percepisce la donna oggi
(Bologna)
-

Multitasking e consapevole di sé, ma anche capace di ascoltare e di dare consigli
Com’è la donna del terzo Millennio, secondo il punto di vista egli uomini? E’...

Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
Come il sesso compulsivo e' diventato una malattia mentale
(Bologna)
-

Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS, una condizione clinica che non aveva fino a oggi criteri diagnostici stabiliti e per questo motivo era oggetto di dibattito tra gli studiosi.
Entra per la prima volta nella lista delle malattie mentali redatta dall'OMS,...

Il sesso? Il miglior antistaminico naturale!
Il sesso? Il miglior antistaminico naturale!
(Bologna)
-

La fastidiosa allergia primaverile potrebbe trovare soluzione tra le lenzuola!
La fastidiosa allergia primaverile potrebbe trovare soluzione tra le lenzuola!...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati