Carceri olandesi VUOTE: Paese troppo SICURO!

(Milano)ore 21:33:00 del 12/01/2018 - Classe: , Cronaca, Esteri, Sociale

Carceri olandesi VUOTE: Paese troppo SICURO!
Altre cinque prigioni smetteranno di essere attive entro la fine dell’estate, grazie a una costante diminuzione del tasso di criminalità.

Nei Paesi Bassi quando si parla di “problema delle carceri” ci si riferisce al fatto che sono troppo vuote. Nel 2013 19 prigioni sono state chiuse perché il paese non aveva abbastanza criminali per riempirle, ora altre cinque sono pronte a far lo stesso entro la fine dell’estate, in base a quanto scritto su dei documenti ottenuti dal Telegraaf.

Sebbene il dato sia motivo di vanto è diventato un “problema” da affrontare, poiché le chiusure comporteranno la perdita di oltre 2mila posti di lavoro e mantenere carceri con diverse celle vuote prevede dei costi che il ministro della Giustizia Ard van der Steur ha definito proibitivi.

Il cambio di rotta, con una sensibile diminuzione della criminalità, si è iniziato ad avvertire a partire dal 2004. La tendenza è aumentata di anno in anno, tant’è che lo scorso settembre il paese ha importato 240 prigionieri provenienti dalla Norvegia, solo per mantenere le strutture al completo.

A prescindere dai costi che il successo comporta, la domanda che molti si pongono è quale sia la formula per mantenere così bassa la criminalità. Il modello olandese prevede una serie di punti chiave: la legalizzazione delle droghe leggere, una organizzata riabilitazione dopo la punizione e un sistema elettronico di monitoraggio che consente alle persone di ritornare a diventare forza lavoro: i criminali condannati hanno così l’opportunità di dare un contributo alla società, anziché rimanere chiusi in cella e la misura, secondo uno studio del 2008, ha dimezzato il tasso di recidiva.

Così, su circa 17 milioni di abitanti solo 11600 sono bloccati in una cella e mantenendo questo standard il dato è destinato a ridursi ulteriormente.

Da: QUI

Scritto da Sasha

News in vetrina
215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...
215 milioni di cristiani PERSEGUITATI nel mondo...ma nessuno si indigna o ne parla...
(Milano)
-

Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille stuprate, 33.255 vittime di abusi fisici o psicologici, 1.240 costrette a sposarsi con la forza.
Quasi duemila detenuti senza processo, 1.252 persone rapite, oltre mille...

Adesso capite perche' non LAVORA PIU' IN RAI? VIDEO
Adesso capite perche' non LAVORA PIU' IN RAI? VIDEO
(Milano)
-

L’interessante servizio di vero giornalismo di Report sui vaccini al mercurio.
Nei vaccini c'e' il mercurio: e' contenuto in un conservante che si chiama...

Ecco le foto satellitari NASA che dimostrano la MANIPOLAZIONE CLIMATICA
Ecco le foto satellitari NASA che dimostrano la MANIPOLAZIONE CLIMATICA
(Milano)
-

Haarp: Le immagini satellitari mostrate per caso dalla NASA sono la dimostrazione della manipolazione meteorologica su larga scala.
Haarp: Le immagini satellitari mostrate per caso dalla NASA sono la...

Volete cambiare il mondo protestando contro i sacchetti? CHE BRANCO DI PECORE!!
Volete cambiare il mondo protestando contro i sacchetti? CHE BRANCO DI PECORE!!
(Milano)
-

Il cervello e l’intelligenza del gregge oramai sono un optional e un vero e proprio mistero.
L’Italia è stata trasportata in discarica e serve quanto prima un sacchetto....

GRECIA: lavoratori costretti a RESTITUIRE LA 13ESIMA
GRECIA: lavoratori costretti a RESTITUIRE LA 13ESIMA
(Milano)
-

Diversi datori di lavoro hanno trovato una “ricetta” per riempire i loro registratori di cassa durante i giorni di Natale: hanno chiesto indietro la tredicesima che sono obbligati – per legge – a pagare ai dipendenti.
Continuare a parlare della Grecia è più che mai cruciale, dopo che abbiamo letto...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati