8 pensieri negativi che AFFLIGGONO anche te

(Cagliari)ore 18:21:00 del 09/10/2018 - Classe: , Curiosità, Scienze, Sociale

8 pensieri negativi che AFFLIGGONO anche te
Gli 8 tipi di pensieri negativi che alimenti senza rendertene conto

Gli 8 tipi di pensieri negativi che alimenti senza rendertene conto – di Jennifer Delgado Suàrez 

Esistono diversi tipi di pensieri negativi che possono danneggiarti. Di solito sono idee automatiche, alcune delle quali non sono altro che credenze introiettate; cioè, convinzioni che ti sono state trasmesse dai tuoi genitori o da altri adulti significativi durante i primi anni di vita e che continui a trascinarti dietro.

Altri pensieri negativi sono il risultato di una visione distorta degli eventi o semplicemente di aspettative insoddisfatte.

Albert Ellis, creatore della terapia razionale emotiva comportamentale, era fermamente convinto che ciò che ci colpisce non sono le cose che ci accadono, ma l’interpretazione che gli diamo.

Queste interpretazioni prendono la forma di pensieri negativi che generano disagio e, cosa ancor più grave, ci impediscono di trovare una soluzione soddisfacente ai nostri problemi perché, solitamente, servono solo ad alimentare un circolo vizioso di negatività.

Il primo passo per uscire da quel ciclo è conoscere tutti i tipi di pensieri negativi che possono tormentare la tua mente.

Sei vittima di questi tipi di pensieri negativi?

Ci sono tanti tipi di pensieri negativi quante sono le persone nel mondo, ma possono essere riassunti in 8 categorie generali, facili da individuare per gli atteggiamenti che generano.

1 – Stato di emergenza permanente. Ogni volta che succede qualcosa, lo assumi come un’emergenza totale. Questa reazione è dovuta al fatto che la tua amigdala si attiva e puoi vedere solo il segnale d’allarme.

Nel tuo cervello si produce un sequestro emozionale a tutti gli effetti, che scatena una reazione di panico. Assumendo la realtà come si trattasse di una crisi, reagisci in modo sproporzionato.

Questo tipo di pensiero catastrofico ti porta ad esagerare i pericoli e sottostimare le tue risorse per affrontare i problemi, un atteggiamento che può diventare molto pericoloso in quanto innesca uno stato di impotenza appresa.

2 – L’autosabotatore. Alla minima difficoltà, ti saboti automaticamente. Assumi tutto ciò che accade come qualcosa di personale e incolpi te stesso per cose su cui non hai alcun controllo.

I tuoi pensieri negativi ti impediscono di pensare logicamente, quindi ti punisci e ti critichi incessantemente. Di conseguenza, ogni volta che si presenta un problema, perdi autostima e fiducia in te stesso.

Questo tipo di pensiero ti trasforma nel tuo peggior nemico dal momento che ti farà inciampare costantemente.

3 – L’estremista. Quando succede qualcosa riesci solo a vedere gli estremi. Questo tipo di pensiero negativo, chiamato anche dicotomico, ti fa vedere il mondo in bianco e nero, o tutto o niente, senza termini medi.

Ignorando la gamma di grigi e colori intermedi, ti risulterà difficile trovare una buona soluzione e proverai molta ansia dato che riterrai che ogni decisione sia un percorso senza ritorno.

4 – Il tagger. Qualunque cosa accada la etichetti in termini negativi perché puoi vedere solo le drammatiche conseguenze della situazione.

Il problema è che, applicando queste etichette, non puoi vedere le possibilità che una situazione include, così non fai altro che precluderti i percorsi verso la soluzione.

Inoltre, questo tipo di pensiero negativo può fare in modo che ti auto-etichetti e finisci per sviluppare un’immagine molto limitata di te stesso e del tuo potenziale.

5 – Visione a tunnel. Quando hai un problema la tua vista si riduce immediatamente, come quando entri in un tunnel. Puoi vedere solo le cose negative, i problemi, gli errori e le carenze.

Non riesci ad apprezzare alcun dettaglio positivo, possibilità o forza, così cadi in una spirale discendente di negatività. Questo tipo di pensiero negativo si basa sul fenomeno noto come attenzione selettiva.

In pratica, è come se ti mettessi i paraocchi e gli occhiali da sole, così da vedere solo una parte molto limitata della realtà, perdendoti la parte più importante per trovare una soluzione.

6 – Il generalizzatore. Quando hai un problema la tua mente vaga e inizia a stabilire collegamenti liberi tra presente e passato.

Queste connessioni ti portano a fare generalizzazioni errate e negative, spesso riconoscibili perché appaiono parole come “mai”, “sempre” o “tutto”.

Questo tipo di generalizzazione porta a trarre conclusioni affrettate su qualcosa che non è ancora accaduto, pensando che i risultati o le conseguenze saranno disastrosi.

Ovviamente, con ogni affermazione di questo tipo perdi un po’ di autostima e forza, condannandoti a un ciclo di negatività.

7 – L’impostore. Dal momento che hai la tendenza a confrontarti, ingrandisci costantemente gli aspetti positivi che noti negli altri, ma minimizzi i tuoi punti di forza e talenti.

Questo tipo di pensiero negativo ti fa sentire come un impostore che non merita quello che ha. Hai paura che gli altri scoprano che non sei così intelligente, capace, simpatico e brillante, quando in realtà hai solo un problema di autostima.

Infatti, è probabile che cadi vittima del fenomeno denominato “lettura del pensiero”, secondo il quale credi di immaginare quello che gli altri stanno pensando.

8 – Il supereroe. Ti sforzi di non deludere nessuno, sei orgoglioso di fare tutto, qualunque sia il costo. La tua vita è governata dal io “devo” e “dovrei” al punto che dimentichi completamente ciò che vuoi veramente.

Il problema è che ogni volta che ti rendi conto che non puoi salvare il mondo, la tua autostima precipita e provi una estrema delusione.

Questo è uno dei tipi di pensieri negativi più dannosi, perché si pensa in termini di “doveri” e “obblighi”, e si termina lasciando che la propria vita, le decisioni e l’umore dipendano interamente dagli altri.

Da: QUI

 

Scritto da Gregorio

News in vetrina
Come tengono bloccata la Ghiandola Pineale per evitare l'evoluzione umana
Come tengono bloccata la Ghiandola Pineale per evitare l'evoluzione umana
(Cagliari)
-

C’è un piano accuratamente nascosto per tenere le persone sul filo del rasoio, determinando la mancanza di evoluzione, e riguarda la ghiandola pineale.
C’è un piano accuratamente nascosto per tenere le persone sul filo del rasoio,...

68': giovani che volevano migliorare il mondo facendosi di LSD
68': giovani che volevano migliorare il mondo facendosi di LSD
(Cagliari)
-

Sessantotto: la tragica eredità della generazione perduta
Il 16 agosto scorso, due mesi fa, è stato il quarantacinquesimo anniversario del...

1 milione di firme per abolire l'allevamento in gabbia
1 milione di firme per abolire l'allevamento in gabbia
(Cagliari)
-

Stop all’uso delle gabbie negli allevamenti. Oggi è stata presentata alla Camera dei Deputati l'iniziativa “End the Cage Age”, che accosta la campagna europea per chiedere l’abolizione definitiva dell’uso delle gabbie negli allevamenti degli animali.
Stop all’uso delle gabbie negli allevamenti. Oggi è stata presentata alla Camera...

Il viso riflette la salute del tuo corpo: ecco la mappa del benessere!
Il viso riflette la salute del tuo corpo: ecco la mappa del benessere!
(Cagliari)
-

Sapevi che ogni specifico punto del nostro viso rifletto la salute del corpo? Ecco la mappa per capire la causa del tuo malessere o benessere! Attenzione
Sapevi che ogni specifico punto del nostro viso rifletto la salute del corpo?...

Unicef: soldi delle offerte destinati a stipendi faraonici e ville lussuose
Unicef: soldi delle offerte destinati a stipendi faraonici e ville lussuose
(Cagliari)
-

I dati che ci arrivano sono davvero spaventosi, e se confermati, potremmo quasi osare dire di trovarci davanti ad una vera e propria truffa.
I dati che ci arrivano sono davvero spaventosi, e se confermati, potremmo quasi...




Network Informazione
Italiano Sveglia
Blog Italiano
Blog Notizie
Giornale di Oggi
Informarsi
Italia Blog
Leggendo
Notiziario Italiano
Notizie Blog
Notizie di Oggi
Notizie blog | Informazioni | Sitemap articoli

2013 Notizie Blog - Tutti i diritti riservati